#Talents Trend | Atmosfere fairy per Quattromani

quattromani

La sacralità epica del popolo delle Janas – secondo le leggende minute fatine tessitrici dell’entroterra sardo – è il punto di partenza per la collezione FW 15-16 di Quattromani. Il duo composto da Massimo Noli e Nicola Frau ha portato in passerella, per la prossima stagione fredda, silhouette lineari e forme asciutte di ispirazione 70′s combinate alla ricchezza materica e a un costante approccio sperimentale. Le piccole Janas, disegnate per Quattromani dall’artista visuale La Fille Bertha, si rivelano in un simbolico rituale prodigioso, su camicie e maxi dress.

quattro1

«Il mondo delle leggende è magico e misterioso» racconta La Fille Bertha «lascia ampio spazio all’immaginazione e all’interpretazione. Altrettanto magico è stato interpretare per Quattromani questo tema a me caro, che ricorre come un fil rouge fin dalla mia infanzia. Le due figure femminili incarnano simbolicamente una l’aspetto vampiresco delle Janas, l’altra quello fatato».

quattro2

L’attenzione è focalizzata sulla maglieria, con shirt, body slim fit e pantaloni svasati, completati da inserti eco-fur e finiture lurex effetto stripes double color. Morbidezza ricercata anche nei capospalla, nel poncho in lana merinos e nei dettagli pon pon di minidress, sweater e culotte.

La palette cromatica spazia dal solare bianco lana fino al rosa, lilla e cammello, stupendo nei lampi purpurei, canarini e cremisi, per fermarsi poi su più ombrati cenerini, blu e nero. A completare i look, infine, mini clutch nero carbone, in vernice e borchiette dorate, piattine mini e maxi e i bauletti in pelle cipria.

 Martina Briotti

#TalentsTrend | Il classicismo settecentesco di Trenta7

rp_11116720_392542467595031_402632757_n.jpg

Prendete Vienna e il suo classicismo settecentesco. Lasciatevi trasportare per un momento dalle armoniche sinfonie di Mozart e Beethoven. Vi ritroverete così nel mondo dal quale parte l’ispirazione per la collezione FW2015|16 di Trenta7 by Eleonora Moccia.

Tra armonia ed eleganza, antichi palazzi e teatri, drappeggi e rossi sipari di velluto, l’immaginario rococò della designer si traduce così nelle nappine alla caviglia di decolleté con calzino o scollate, nei mocassini bicolor, nelle chiusure a cartella interscambiabili e negli stivali dal mood soldier.

trenta71

trenta72

Accanto alla classica nappa e vitello, ecco che la designer romana, classe 1981, accosta il velluto e il raso, fino ad elementi in eco-fur dai colori accesi. La palette cromatica spazia dal giallo senape, al viola, al verde salvia, passando per il nero assoluto, il blu ottanio fino a un iconico oro.

Martina Briotti

Natura & Benessere: l’Aloe Vera cresce nel cuore del Salento

Coltivazione

L’ultima tendenza in fatto di cosmesi e cura del proprio corpo è scegliere prodotti di matrice bio. E se prima l’argomento riguardava soprattutto il cibo, sta crescendo sempre di più il numero di coloro che hanno deciso di sfruttare i benefici delle materie prime naturali anche per la propria pelle. Unico problema? La difficoltà nel reperire aziende che credano veramente nell’eco-bio e non ne facciano un puro e semplice sfruttamento di marketing; una di queste si nasconde a Martano, un piccolo borgo nel cuore del Salento.

Natura&Benessere nasce nel 1989 e trae ispirazione dalla mia forte passione per le antiche tradizioni e per gli antichi rimedi naturali”, racconta Domenico Scordari, che di Natura & Benessere è presidente & CEO.  “Fin da piccolo ascoltavo con grande attenzione i racconti e le testimonianze di esperienze vissute degli anziani del luogo, che mi hanno trasmesso un know-how trasformatosi nel tempo in un interesse sempre crescente verso il mondo del naturale”.

Extraction

Sin dalla sua nascita, infatti, l’attività di N&B è sempre stata mirata alla ricerca e sviluppo di soluzioni naturali per migliorare la qualità della vita. Ogni fase del ciclo di produzione biologica è certificata da Ecogruppo ItaliaNatrue, tra i più importanti istituti di garanzia della qualità aziendale e produttiva.

“Partendo dai più antichi rimedi naturali, il mio obiettivo è sempre stato cercare soluzioni naturali per la bellezza e il benessere, in grado di regalare emozioni positive e di migliorare la qualità della vita”. E anche la scelta delle materie prime è studiata in accordo con il territorio, rispettando il vero concetto di chilometro zero. Olio di Oliva, Olio di germe di Grano, Vino e Aloe Vera costituiscono i 4 elementi fondamentali per la vita, alla base del concept 4 Elements For Life, che, come ci spiega Domenico“permette di contrastare l’invecchiamento cutaneo, tonificare, idratare e nutrire la pelle in profondità, donando un aspetto giovane e luminoso sin dalla prima applicazione”. La loro coltivazione ed estrazione avviene direttamente nella tenuta del Naturalis Bio Resortun piccolo e antico borgo contadino risalente al XVIII secolo, oggi restaurato e trasformato in una raffinata dimora. 

Naturalis Bio Resort

Seguire direttamente tutte le fasi della filiera produttiva è la vera forza di questa azienda: dalla coltivazione delle piante, all’estrazione a freddo dei principi attivi, sino alla realizzazione del prodotto finito. “Uno dei segreti del nostro ciclo di produzione è il sistema molto antico e tradizionale dell’estrazione e macerazione a freddo, in grado di salvare e ottimizzare tutti i principi attivi presenti, che vengono distrutti, invece, ad alte temperature”. Nel caso specifico dell’estrazione dell’Aloe, il team ha sperimentato e ormai standardizzato alcuni passaggi fondamentali che portano alla realizzazione di un gel puro di aloe vera di altissima qualità. Tutto è eseguito manualmente per controllare e salvaguardare al meglio l’intero processo.

Scegliere un prodotto completamente naturale è dunque fondamentale: ”Non bisogna sottovalutare il fatto che l’utilizzo prolungato di cosmetici a base di ingredienti sintetici possa comportare un rischio di danni alla pelle”, sottolinea Domenico.“Per questo difendere la salute e l’ambiente è l’imperativo primario del nostro lavoro” .

Martina Briotti

ALTAROMA ALTAMODA 2015| GLI EVENTI IN CALENDARIO

altaroma

Meno soldi, nuove location, ma stessa passione di sempre. AltaRoma non arresta la sua mission e continua a promuovere la creatività emergente. Nonostante le difficoltà, il calendario si profila fitto di appuntamenti, soprattutto a sostegno dei giovani. Dal 30 gennaio al 2 febbraio la settimana dell’alta moda romana andrà in scena al museo Maxxi e in una tensostruttura allestita davanti all’Auditorium Parco della Musica. Non più, dunque, nel consueto complesso di Santo Spirito in Sassia.

Cinque saranno quest’anno gli stilisti provenienti dal progetto di scouting ideato da AltaRoma in collaborazione con Vogue Italia, Who Is On Next?, pronti a scendere sulla passerella del Maxxi con le loro collezioni Autunno Inverno 2015-16. Sì partirà sabato 31 con le sfilate di Piccione.Piccione e Daizy Shely, vincitori dell’ultima edizione del concorso, per poi proseguire, domenica 1, con quelle di Project 149, finalista della X edizione, e di Quattromani, menzione speciale della IX edizione. Infine, lunedì 2, sarà Greta Boldini, finalista dell’edizione 2013, a chiudere la cinquina.

I giovani stilisti scenderanno in pista anche grazie ad una nuova collaborazione con Coin Excelsior. Venerdì alle ore 18,30, infatti, ci sarà l’opening cocktail e dj-set di una mostra di “New Designers”. Le creazioni di Benedetta Bruzziches, Charline De Luca, Daizy Shely, Eau d’Italie, Paula Cademartori e Piccione.Piccione resteranno on view nel department store del lusso fino al 16 febbraio.

Sempre venerdì 30, alle ore 17, ci sarà l’inaugurazione della VII edizione di Room Service, il progetto di Simonetta Gianfelici che torna puntuale per trasformare le camere del Marriott Grand Hotel Flora di via Veneto in una vetrina per gli stilisti emergenti. Le collezioni Autunno Inverno 2015-16 dei 15 giovani partecipanti saranno in esposizione anche sabato 31 e domenica 1 febbraio dalle ore 11 alle 19 con ingresso libero.

Torna anche A.I. Artisanal Intelligence, a cura di Clara Tosi Pamphili e Alessio de Navasques, con In-existent, un percorso artistico su luoghi surreali classicamente antichi e contemporanei tra Piazza del Popolo e il MAXXI. Protagonisti i giovani designer, gli artigiani, le sartorie storiche e di costume. L’inaugurazione sarà sabato 31, ma la mostra resterà aperta anche domenica 1 dalle 17 alle 21 con ingresso libero.

Domenica 1 febbraio, poi, alle ore 22, l’attrice, modella e designer Catrinel Marlon presenterà gli accessori del suo brand Catherinelle in un’installazione al Maxxi.

E sempre al Maxxi, lunedì 2 febbraio, alle ore 17, Fabio Quaranta porterà in scena una performance liberamente ispirata alla fiaba Sole, Luna e Talia del Pentamerone di Giambattista Basile. Alle 19 di lunedì, infine, chiuderà la kermesse la mostra “Un secolo di forme-il cappello made in Italy” di Patrizia Fabri per Antica Manifattura Cappelli.

Grande spazio, inoltre, come sempre, sarà dedicato alle scuole di moda. Tra sfilate e performance scenderanno in campo lo IED di Roma, l’Accademia Costume e Moda, l’Accademia Nazionale dei Sartori e l’Accademia delle Belle Arti di Frosinone.

Non mancheranno, naturalmente, le sfilate dedicate all’haute couture, tra conferme, rientri ed assenze. Ci saranno sicuramente Renato Balestra e Raffaella Curiel, che sfileranno il 1 febbraio nel nuovo spazio davanti all’Auditorium, e Gattinoni che terrà una performance il 31 in una location ancora da comunicare. Non ci sarà, invece, Sarli Couture. Sfileranno, infine, con le loro collezioni Spring Summer 2015, Ettore Bilotta, Antonella Rossi, Camillo Bona, Antonio Grimaldi, Sabrina Persechino, Nino Lettieri, Gianni Molaro, Rani Zakhem, Giada Curti e Luigi Borbone.

Mara Franzese