TREND | DENIM IN THE CITY. Gli albori della spring – summer 2014

ALICE-by-Temperley-ss-14-denim

Con i primi e discontinui tepori di marzo, la sinapsi fra calore e voglia di alleggerire l’outfit diventa inevitabile. Ma se è vero che le raggianti porte della primavera stanno per aprirsi, bisogna purtroppo fare i conti con l’ibrido e incostante bollettino meteorologico che getta nello sconforto la maggior parte di noi. Sì, perché vestirsi nel mese di marzo è sempre un grande problema. All’incertezza e alla scomodità da “onion dressing”, la risposta più glamour e smart rimane senza dubbio il denim. Versatile e comodo, il jeans è da sempre il miglior alleato per destreggiarsi nella city: che sia casual, grunge o sexy, non è mai too much, neanche in versione total look.

Osare e inventare è quasi obbligatorio: ordinarie tute da manovale si evolvono in graziose salopette bustier e si insediano nel guardaroba femminile. Questa l’idea di Alice by Temperley.

JEN-KOO-DENIM-TAILLEUR-ss-14

Intramontabile anche il denim tailleur firmato Jen Kao. Suggestioni anni 80’rivivono infatti attraverso la crasi che unisce  maxi e midi: così la camicia over tagliata a vivo si sovrappone alla classica mini gonna stretch. Il giusto compromesso fra praticità e sensualità.

ashish-spring-2014-denim

Più è rovinato e più ci piace: il jeans strappato che negli anni 70 ‘ fregiava i ribelli oggi ha perso molto di quell’allure controtendenza. Buchi e sforbiciate sono infatti dettaglio glamour, ma d’ordinanza; e quando lo strappo diventa mood, il jeans decostruito si trasforma in elemento dominante di un‘intera collezione, com’è accaduto per Ashish: il cinque tasche over ridotto quasi in brandelli viene abbinato a maxi canotte con logo Coca Cola e mocassini in paillettes con calzino a vista, chiaro riferimento a Michael Jackson e agli status symbol della globalizzazione .

Zora-Neva-Emanuela-Naccarati-denim-ss-14

Quando il jeans diventa sinonimo di eleganza e abilità sartoriale rivive in abiti funzionali e di grande tendenza. Queste le caratteristiche del dress mono spalla firmato Zora e Neva: una leggera tunica denim al ginocchio porta alla luce l’antico splendore delle ancelle romane, mentre la coulisse a vista fluo ridisegna la silhouette.

Maria Francesca Milardi

Verso il Denim Sapiens: viaggio alla scoperta delle nuove frontiere del comfort

DenimUn viaggio lungo la storia del Denim. Questo è l’obiettivo di ISKO che domani 10 ottobre, presso la Biblioteca della Moda di Milano, presenterà “The Denim Sapiens: from rigid to future species“. Si tratta di un percorso concettuale che accompagnerà i visitatori a ripercorrere i punti salienti della ricerca passata e futura sul denim, nato come semplice tessuto da lavoro e poi radicalmente trasformatosi nel corso di 35 anni, divenendo una vera e propria espressione di lifestyle e oggetto di interpretazione  da parte di grandi stilisti internazionali.

Un aspetto centrale nel percorso proposto da ISKO riguarda le prospettive future, nonché gli spunti e le soluzioni verso nuove modalità di vivere il comfort. A questo proposito sarà presentata una capsule collection d’avanguardia realizzata da Creative Room™, la divisione dell’azienda specializzata in design e ricerca stilistica. Protagonista del progresso verso il comfort sarà anche il gruppo Lenzing con Tencel e Modal, fibre innovative che garantiscono morbidezza e un approccio ecosostenibile: non necessitando di colture intensive, Tencel e Modal garantiscono infatti un notevole risparmio di acqua, terreno e meno emissioni di CO2.

 

ISKO – THE DENIM SAPIENS: FROM RIGID TO FUTURE SPECIES
L’evoluzione del denim tra moda e cultura
Giovedì 10 ottobre
ore 18:30 – 22:30
BIBLIOTECA DELLA MODA
Via Alessandria, 8 – Milano