Who Is On Next? 2015 | I vincitori

wion

Grande era l’attesa per l’undicesima edizione di Who is on Next?, il progetto di fashion scouting dedicato ai giovani talenti della moda Made in Italy, ideato e realizzato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia. Cambio di location – i 5 finalisti hanno sfilato infatti lunedì 13 luglio all’interno del Palazzo delle Esposizioni – ma non di intenti: prosegue infatti il percorso votato alla ricerca di una sempre crescente qualità, premiando l’impegno, la determinazione e le personali capacità espressive.

Lee Wood, designer inglese di L72, è stato premiato da Franca Sozzani, Editor in Chief di Vogue Italia, vincendo nella categoria abbigliamento donna, grazie alla sua ricerca di stile che non ama oltrepassare i limiti. Tra gli altri finalisti Blazè, Luca Sciascia, Giuseppe di Morabito e Miaoran.

Due i vincitori invece nella categoria accessori: Nicolò Beretta, designer di Giannico, per lo shoewear e Lolita Lorenzo di Carol Oyekunle con le sue borse che riprendono l’heritage Africano. Hanno trionfato su una rosa di finalisti composta da Alexander White, Avanblanc, Bams e Catherine De’ Medici 1533.

Martina Briotti

WHO IS ON NEXT? UOMO 2015: VINCE BRANCHIZIO

Who-is-on-Next-2015-Vittorio-Branchizio

E’ Vittorio Branchizio il vincitore dell’edizione numero sette di Who Is On Next? Uomo, il contest dedicato ai giovani talenti della moda menswear, nato dalla collaborazione tra Pitti Immagine Uomo, AltaRoma e Vogue Italia. Una menzione speciale, invece, è andata a Miaoran, il brand dello stilista cinese Miao Ran.

Branchizio ha convinto la giuria per la “marcata capacità tecnica e d’innovazione che si unisce a una sapiente rielaborazione della migliore tradizione manifatturiera italiana” impiegata nella sua linea di maglieria maschile fondata nel 2014.

Miaoran, invece, è stato premiato per la sua “proposta completa e originale”. Il suo – anche in questo caso nato lo scorso anno – è stato giudicato “un progetto maturo, risultato di una ricerca su materiali e forme. Una storia professionale e personale partita dalla Cina per crescere nella tradizione artigianale italiana”.

Mara Franzese