#Talents Trend | Le sinergie naturali di Flaminia Barosini

bE8MabxDOpLJ1bW0G9zvd553kdqiJGMQaS6yabxq2pI
Sinergie complesse, interconnessioni e flash cromatici per “Synapses”, la collezione SS2016 di Flaminia Barosini.
mAHH52IrnaNYPKnC4p7-kqUaVymiVLuJwE4g0T0xNRY
I gioielli di Flaminia Barosini sono piccole opere scultoree che prendono forma fuori dal suo laboratorio romano. Tutti, infatti, sono interamente realizzati a mano attraverso l’antico procedimento della fusione a cera persa che ne assicura l’unicità e l’autenticità.
zxBb7jTsIpIeZG30yUtPGYb_y4uJ1P1-CMdwIjtLTAE
Per questa collezione Synapses le trame liquide del bronzo delineano un immaginifico trattato neuroestetico che muove dalle linee pure dei bangle multifilo per giungere alle ramificazioni dendritiche dei mono orecchini.
fuZErQ_ReuN7dW_xVzIrD4ueaiPpp7hvj_2pukt4CKc

Un linguaggio fluido che si estende anche agli ear cuff di matrice essenziale, agli anelli a motivi concentrici e ai chocker semirigidi: iterazioni di segmenti geometrici illuminate da impulsi luminosi e inserzioni di colore saturo.

Martina Briotti

A.I. ARTISANAL INTELLIGENCE – CREATIVE CRIME

598_16030

Il Fashion Hub di Altaroma è stato inaugurato da A.I. Artisanal Intelligence, progetto curato da Clara Tosi Pamphili e Alessio de’Navasques, che quest’anno ha raccontato le storie di 100 tra artisti, artigiani e designer che hanno partecipato nelle scorse 10 edizioni, presentandoli come criminali schedati, fotografati e archiviati dopo averli “interrogati”.

598_16025

A.I. Creative Crime è stato, infatti, il titolo scelto per la mostra allestita nelle sale del palazzo delle Esposizioni, per fare un fondamentale bilancio sul lavoro fatto, sulla situazione di chi oltre che creare deve essere imprenditore di se stesso. Un lavoro di ricerca importante frutto dell’osservazione di un territorio non solo nazionale. Lo spazio è stato diviso in due, l’archivio antologico con l’allestimento di una selezione dei pezzi più significativi e le schede di tutti i partecipanti nei cinque anni di attività del progetto, e davanti i nuovi designer presentati nell’edizione di quest’anno.

Tra le nuove storie i cappelli scenografici ed ironici di Ilariusss creati da Ilaria Soncini,  l’eleganza, la portabilità e la leggerezza degli abiti di Lieke Pansters, le clutch da uomo ispirate alla cultura pop di Michele Chiocciolini, le camicie di Silvia Bergomi per Naugy, la collezione di gioielli di Luigi Borbone e i tessuti di Pierre-Louis Mascia, illustratore e designer francese.

Martina Briotti

#Talents Trend | Dettagli galaxy per Project149

pr3

Volumi lineari e pattern eterogenei, superfici ruvide e dettagli siderali. Questi gli elementi che pervadono le silhouette dall’appeal geometrico della collezione FW15-16 di Project149.

pr

Venature iridescenti di ispirazione geologica e applicazioni in plexiglass per  bluse jacquard e cardigan di lana e cashmere. Geodi cristallini campeggiano su sweater e abiti dalle linee pulite, mentre il jersey tecnico  conferisce viscosità a micro top, gonne a trapezio e completi allprint. Immancabile il richiamo sporty – una costante nell’universo stilistico del brand – rintracciabile nei pantaloni cargo e nei dress scuba con coulisse in vita, come nelle bluse in felpa a motivo galaxy.

pr1La palette cromatica segue gli echi naturali: la scala rarefatta dei grigi interseca sottotoni ecrù per giungere poi al bronzo, al verde malachite, al blu avio fino al turchese e all’arancio fluo.

Martina Briotti

Vincenzo Billeci SS 2014. Tradizione Contemporanea

00Una leggenda narra che nell’antichità tredici fanciulle turche, colpevoli di crimini atroci, furono imbarcate su una nave senza nocchiero dai loro coniugi e lasciate alla deriva. Dopo molte peregrinazioni e stenti in balìa del mare, approdarono su un isolotto. Sette anni più tardi, i familiari delle donne, pentitisi della loro scelta, decisero di ritrovarle e, una volta riunitisi alle loro spose, di non fare ritorno sulla terra ferma. Battezzarono l’isolotto col nome di Isola delle Femmine. Continue Reading