#Talents Trend | Dettagli galaxy per Project149

pr3

Volumi lineari e pattern eterogenei, superfici ruvide e dettagli siderali. Questi gli elementi che pervadono le silhouette dall’appeal geometrico della collezione FW15-16 di Project149.

pr

Venature iridescenti di ispirazione geologica e applicazioni in plexiglass per  bluse jacquard e cardigan di lana e cashmere. Geodi cristallini campeggiano su sweater e abiti dalle linee pulite, mentre il jersey tecnico  conferisce viscosità a micro top, gonne a trapezio e completi allprint. Immancabile il richiamo sporty – una costante nell’universo stilistico del brand – rintracciabile nei pantaloni cargo e nei dress scuba con coulisse in vita, come nelle bluse in felpa a motivo galaxy.

pr1La palette cromatica segue gli echi naturali: la scala rarefatta dei grigi interseca sottotoni ecrù per giungere poi al bronzo, al verde malachite, al blu avio fino al turchese e all’arancio fluo.

Martina Briotti

#Talents Trend | L’esotico oriente di Chiara Baschieri

4mRbacO49qUQj3jbvoSOads6t3bICgYGidloRVFxNa8,yQlJqZCN5gPLelPhomBPz73KyLkilURqoP4V3F9p_hw

I delicati alberi di ciliegio e i meticolosi giardini zen sono la cornice di una rigorosa riflessione sulle forme tradizionali del Giappone, filo conduttore della Collezione Fall Winter 2015-2016 di Chiara Baschieri.

4xxnR4eNJ7Tc0twTwFPt5H7RYWo3pTorhkhI7fxbz7M,58M9V2_3b9YApqmOKPhijJkQQcA6O4ESoSJyvXycuw4

Le maniche a campana dall’effetto kimono dialogano con cappe e pantaloni dalle linee over, mentre coat oro in neoprene spalmato e lane cardate danno carattere alla leggerezza delle bluse in crepe de chine. Sperimentalismo materico e tradizione sartoriale nobilitano materiali poveri come la rafia, restituendone un allure sofisticato, anche laddove audaci tagli creano vertiginose scollature iperfemminili.

9GxYjjCp_-PAP2THEF5x4nWeGMZbEV74hCrLzQRkk58,-cBoZLb_p3nip2fd_kpPr1eeNCK6hrY3ntkpxj6dLKE

La palette cromatica segue le regole della Porcellana di Imari, muovendosi dai toni del bianco, nero e grigio a quelli più accesi del blu elettrico e dell’arancio ossido. Completano il look, poi, le clutch e le cartelle in pelle di vitello e cavallino nei cui dettagli, quasi grezzi e granulosi al tatto, si celano raffinate cesellature geometriche, secondo il naturale approccio allo sperimentalismo artigianale giapponese.

Martina Briotti

#MilanoModaUomo SS16 – Day 2, non solo Prada

cover

Ammettiamolo, il giorno in cui sfila Prada non ce n’è per nessuno. L’attenzione (per lo meno di chi sta scrivendo) è tutta per la passerella di Miuccia. Ad ogni modo, le aspettative non sono state disattese.

1

Il grande gioco delle sovrapposizioni inizia con i bermuda che diventano shorts e scompaiono sotto le grandi camicie aperte; le impunture a contrasto si mostrano vive nei blazer e nei pantaloni slim che si portano con i morbidi spolverini e le maglie zippate. Un attitude vagamente sportiva e sicuramente sfrontata in cui la radicalità dell’outfit emerge in tutta la sua portabilità. Una collezione pragmatica, una vera e propria call to action: la moda si fa breve, contemporanea e corre sui tessuti tecnici di questa ennesima collezione manifesto.

2

Di tutt’altro avviso Alessandro Dell’Acqua che per la sua collezione N°21 propone uno stile che fa della praticità la sua bandiera, attingendo a piene mani dal mondo dello sportswear. Salopette, tshirt, bomber: i capi sono classici, i volumi stravolti e ridisegnati, oltre che over e stirati.  Capo must la canotta, impreziosita e sdoganata dalla scelta del pizzo, che s’innalza a nuovo portavoce di un’eleganza personale, minimal e mai banale.

3

Gira intorno all’essenziale e come sempre ne propone ogni sfaccettatura Italo Zucchelli per Calvin Klein Collection. Per la prossima primavera/estate punta tutto su una palette neutra, spezzata solo da qualche sprazzo di colore sulle tshirt manica lunga impalpabili; una passerella che ripropone i capi iconici del brand in denim o in jersey, accostandoli al neoprene e al popeline. Il fit attillato di giacche e pantaloni stride volutamente con i volumi ampi dei parka. Anche per Calvin Klein Collection non si può non affrontare l’estate senza uno zaino in pelle: vero must delle passerelle.

4

Chiude i primi due giorni di Milano Moda Uomo Vivienne Westwood: non si può scrivere nulla di diverso rispetto ai fiumi d’inchiostro versati negli anni. Anticonformista, eccesiva, eclettica, sopra le righe: ogni perifrasi sarebbe azzeccata anche stavolta e anche per l’ennesima collezione, questa, che spoglia il maschio e machizza il suo corpo seminudo. Le influenze vagamente etno e i chiari rimandi agli anni Ottanta raccontano la storia di questo brand made in England. Ma siamo sicuri che basti?

Andrea Pesaola

#TalentsTrend | Il classicismo settecentesco di Trenta7

rp_11116720_392542467595031_402632757_n.jpg

Prendete Vienna e il suo classicismo settecentesco. Lasciatevi trasportare per un momento dalle armoniche sinfonie di Mozart e Beethoven. Vi ritroverete così nel mondo dal quale parte l’ispirazione per la collezione FW2015|16 di Trenta7 by Eleonora Moccia.

Tra armonia ed eleganza, antichi palazzi e teatri, drappeggi e rossi sipari di velluto, l’immaginario rococò della designer si traduce così nelle nappine alla caviglia di decolleté con calzino o scollate, nei mocassini bicolor, nelle chiusure a cartella interscambiabili e negli stivali dal mood soldier.

trenta71

trenta72

Accanto alla classica nappa e vitello, ecco che la designer romana, classe 1981, accosta il velluto e il raso, fino ad elementi in eco-fur dai colori accesi. La palette cromatica spazia dal giallo senape, al viola, al verde salvia, passando per il nero assoluto, il blu ottanio fino a un iconico oro.

Martina Briotti